Ieri, a Fukushima, un fortissimo terremoto di magnitudo 7,4 della scala Richter ha sconvolto l’intera popolazione della terra del sol levante. Subito dopo la scossa era stato diramato l’allarme tsunami, rientrato da poche ore.

A fornire tutte le informazioni al riguardo è stata l’Agenzia meteorologica giapponese, che ha comunicato come, dopo il terremoto, si fossero registrate delle onde alte fino a 1,4 metri che si erano abbattute sul porto di Sendai, nella prefettura di Miyagi. L’evento era stato registrato alle 8:03 ora locale, poco dopo la mezzanotte italiana, due ore dopo il sisma. La scossa di magnitudo 7,4 ha fatto oscillare gli edifici a Tokyo, 250 chilometri a sudovest dell’epicentro, e ha portato alla sospensione temporanea della circolazione ferroviaria, mentre sono stati cancellati alcuni voli per Sendai.

Si hanno notizie di feriti lievi, ma fortunatamente nessun danno significativo.

La prefettura di Fukushima non ha mai dimenticato il violento terremoto dell’11 marzo 2011, quando la distruzione della terra e le onde di un devastante tsunami causarono oltre 18mila morti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui