Utilizzando pietre di grosse dimensioni, cartelloni stradali o rastrelliere di ferro per biciclette hanno tentato di fare deragliare un treno. È stato l’intervento di un capotreno a evitare il peggio. Sei minorenni, tra i quali quattro quattordicenni, tutti di Grammichele e della stessa scuola media, sono stati denunciati dai carabinieri al tribunale per i minorenni di Catania. Sono gravemente indiziati di danneggiamento e attentato alla sicurezza dei trasporti. L’indagine è stata avviata a seguito della denuncia presentata da un capotecnico delle Ferrovie dello Stato per i fatti della sera del 18 maggio.

Il macchinista del treno proveniente da Catania e diretto a Caltagirone, nel rallentare in avvicinamento della stazione ferroviaria di Grammichele era riuscito a fermare il convoglio dopo aver notato la presenza di materiale lungo i binari.

Nel corso dei controlli, due notti fa sono stati sorpresi i sei minori mentre erano intenti a collocare nuovamente pietre e tubi di ferro sugli stessi binari. Alcuni dei giovanissimi sono stati bloccati mentre lanciavano sassi contro la facciata della stazione ferroviaria, danneggiando una finestra. Dopo aver identificato i giovani e convocato i genitori in caserma, è stata informata la procura per i minorenni di Catania, mentre sono ancora in corso gli accertamenti per verificare se gli indagati siano i responsabili anche dei fatti del 18 maggio.

A cura di Elena Mambslli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui