TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

TANTO MORIVANO UGUALMENTE!!!

Capita anche questo nel nostro bello ma inefficiente Paese, ovvero che la Commissione di verifica sul Pio Albergo Trivulzio arrivi alla conclusione che i tanti morti a causa del Covid, in quello che è tra gli “Alberghi” più famosi d’Italia, in realtà sarebbero deceduti ugualmente, visto che era solo una questione di tempo, per età e patologie già esistenti in tante povere persone morte in solitudine, senza affetti che accompagnassero in qualche modo le loro tristi ultime ore.

Sconcertante quanto dichiarato dal dottor (presumo) Alberti, presidente della Commissione e Direttore Sanitario dell’Ats di Milano? Credo che sconcertante sia molto più che un eufemismo, anche perché se è vero che ci si trovava in presenza di persone anziane e malate, ma cosa significa che la pandemia ha “solo” accelerato il loro destino?

Poi ci sarebbe da chiedersi perché a presiedere una commissione che deve indagare venga chiamato uno “di casa”, che sarebbe come dire che per scoprire le cause di un incidente aereo viene nominato il Presidente della compagnia aerea coinvolta, o se un rigore contro la Juve deve essere battuto o meno sarà Andrea Agnelli il giudice …. A questo punto tanto valeva affidare il caso nelle mani di … Bolsonaro.

Scusate se sono sceso così in basso, ma perché se si VUOLE davvero indagare e cercare le cause di cotanti morti non lo si fa mettendo tutto in mano a parti terze, che non sono per nulla coinvolte in questioni lombarde? Tanto valeva che a presiedere la commissione fosse nominato l’Assessore Gallera, uno che ha dimostrato durante tutto il periodo di crisi di essere “super partes”, personaggio affidabile al 100.000%!!!

Possibile che in Italia non si possa mai vivere situazioni fuori da dubbi e congetture malevoli? Eppure basterebbe poco, come il comportarsi correttamente, cosa che evidentemente è fuori dai canoni di molti, ancora peggio di chi ha in mano il POTERE.

Il destino di noi tutti è quello conosciuto, magari però sarebbe bello che quel giorno arrivasse senza “spinte” e, soprattutto, che nessuno venisse a raccontarci che “tanto sarebbe morto ugualmente, giorno più giorno meno cosa volete che sia”?

Il Direttore responsabile Maurizio Vigliani – Foto Ansa

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *