Il 22enne, un senza fissa dimora, è stato fermato con il taser e condotto in ospedale per le ferite autoinflitte. Tra la persone lievemente ferite anche la deputata leghista Claudia Gobbato.

Il giovane fermato dalle volanti della questura per aver lanciato sassi sull’Autosole è un 22enne egiziano. Il ragazzo, un senza fissa dimora, stava viaggiando su un Frecciarossa in direzione di Milano quando, nei pressi di Borghetto, ha azionato il freno d’emergenza. Una volta sceso dal convoglio ha iniziato a scagliare sassi contro i veicoli in transito. I veicoli coinvolti hanno subito danni alla carrozzeria e al parabrezza.

L’autostrada del Sole Milano-Napoli è rimasta chiusa tra Lodi e Casalpusterlengo in direzione Sud, per diverse ore provocando traffico intenso e fino a 6 chilometri di coda.

Sul posto sono intervenute le volanti della questura. In breve tempo gli agenti hanno bloccato il 22enne, servendosi anche del taser. All’arrivo della polizia, il giovane ha minacciato di tagliarsi la gola con un taglierino, quindi è stato condotto in ospedale a Lodi.

Tra la persone lievemente ferite dal lancio di oggetti sulla A1 c’è anche la deputata leghista Claudia Gobbato. “Ho una lieve ferita al viso e una scheggia di vetro mi è entrata nell’occhio ma poteva andare molto peggio, mi ritengo fortunata” racconta in attesa di essere visitata al pronto soccorso di Lodi. Tutto è successo intorno alle 9. “Siamo entrati nell’A1 da Lodi e dopo qualche chilomentro io, mio marito e in bambini siamo stati sommersi da una pioggia di vetro – racconta -. Mio marito ha accostato subito. L’uomo che lanciava le pietre era in mezzo al guardrail in piedi in evidente stato di alterazione. Ci siamo accorti che anche altre auto erano state colpite e anche un’ambulanza che era arrivata lì quando ancora continuava il lancio”.

Gobbato riferisce di una “trentina di feriti lievi”. Il marito ha riportato una escoriazione al dito provocata sempre dalle schegge di vetro.

A cura di Elena Mambelli – Foto Imagoeconomica 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui