Il 7 giugno la variante Omicron del Covid era prevalente al 100%. Predominante la sottovariante BA2. In aumento i casi riconducibili a BA4 e BA5 (quest’ultima al 23,5%). Sono i dati di un’indagine rapida di ISS e Ministero della Salute. Nell’indagine precedente BA4 era pari a 0,7% e BA5 a 0,41%.

“Attualmente, non c’è evidenza che le infezioni causate dalle sottovarianti Omicron BA.4 e BA.5 siano associate ad aumentata gravità delle manifestazioni cliniche rispetto a quelle causate da BA 1 e BA2”, spiegano i tecnici.

A cura di Silvia Camerini – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui