Raffineria petrolifera del gruppo Shell

Il colosso petrolifero britannico SHELL ha interrotto le navigazioni a tempo indeterminato dopo gli attacchi di Stati Uniti e Regno Unito contro i ribelli Houthi dello Yemen che hanno innescato timori di un’ulteriore escalation.  Una nave mercantile di proprietà greca è stata colpita da un missile al largo dello Yemen.

Noa, la ragazza, ostaggio di Hamas, è comparsa in un video diffuso ieri dal gruppo armato e, dunque, è viva. “L’edificio in cui era prigioniera non è stato attaccato“, ha rassicurato l’esercito israeliano.

A cura di Stefano Severini – Foto Imagoeconomica

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui