A Reggio Emilia finisce 2-2 il frizzante derby emiliano tra Sassuolo e Bologna. Al Mapei Stadium i neroverdi hanno vinto tre gare sulle quattro disputate. Il Bologna, invece, vanta un solo punto conquistato fuori dal Dall’Ara.

De Zerbi schiera la difesa con Marlon a lavorare sulla destra, Inzaghi mette Orsolini alle spalle di Palacio. E’ proprio l’argentino al 2’ a sbloccare il risultato: cross basso di Santander con ‘el Trenza’ che fulmina Consigli sul primo palo.
Rossoblù carichi. Al 6’ colpo di testa e palo di Santander che non capisce come la palla non sia finita in fondo alla rete, subito dopo dalla parte opposta contropiede del Sassuolo e gol letteralmente mangiato da Di Francesco che si fa recuperare da Pulgar, ma il pareggio è nell’aria e al 17’ Marlon fa partire un bolide dalla distanza che Skorupski può solo raccogliere dal fondo della rete. Con gradualità il Sassuolo prende le redini del gioco e per due volte Berardi sfiora il gol del vantaggio.

Nella ripresa il copione non cambia. Gara a tratti spigolosa, come ogni derby che si rispetta e padroni di casa più offensivi anche se i felsinei non rinunciano al contropiede: al 54’ Santander sfiora il gol proprio dopo una straordinaria ripartenza. Il Bologna prende nuovamente coraggio e al 56’ Orsolini trova Gonzalez che in area fa da sponda a M’Baye ed è il raddoppio (complice anche una difesa neroverde non impeccabile). Al 68’ Babacar scalda le mani di Skorupski, poi viene rilevato da Matri. Al 77’ Berardi tira poco sopra la traversa. All’84’ Calabresi stende in area Sensi e Boateng pareggia. Finale tambureggiante del Sassuolo: al 90’ su azione dall’angolo, colpo di testa di Bourabia con la palla che, dopo una deviazione, colpisce la traversa. Al 94’ ancora Bourabia serve al centro: Matri, da due passi, spara alto e il risultato non cambia più sotto la disperazione dell’attaccante e gli apllausi generali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui