“Inarrestabile”? Già detto. “Schiacciasassi”? Lo abbiamo già sentito. “Imbattibile”? Detto pure tutto questo. Non si sa più come definire questo Napoli. Forse irraggiungibile.

La squadra di Luciano Spalletti sconfigge  gli avversari come birilli di carta, e l’Udinese di Sottil non fa eccezione. Anche se nell’ultima parte del match gli ospiti vanno vicino a un pareggio che avrebbe rappresentato un colpaccio per i friulani. Gli azzurri alla fine vincono al Maradona 3 a 2 e possono godersi la pausa Mondiale guardando tutti dall’alto in basso.

Cronaca – All’ottavo Udinese subito vicina alla rete. Deulofeu riesce, con un tacco spettacolare, ad anticipare tutti in area da rigore, ma Meret si supera e devia la conclusione dello spagnolo. Ma appena sette minuti dopo il Napoli va in vantaggio. Elmas dalla sinistra mette un assist dalla sinistra per la testa di Osimhen che non lascia scampo a SIlvestri.

Napoli vs Udinese: Victor Osimhen esulta dopo il gol 1-0LaPresse Napoli vs Udinese: Victor Osimhen esulta dopo il gol 1-0

Un gol che cambia il copione della partita con i friulani devono iniziare ad avanzare il baricentro del gioco. L’Udinese prova a riprendere la partita. Arslan, al 18esimo, chiede il triangolo con Deulofeu, ma la difesa partenopea si chiude e respinge l’assalto.

Al 26esimo gli ospiti sono costretti a un cambio: lo stesso spagnolo si ferma e non riesce a rientrare in campo, al suo posto entra Success.

Al 31esimo raddoppio del Napoli. Ripartenza fulminea degli azzurri che liberano Zielinski in area di rigore, il polacco deve solo prendere la mira e mettere la sfera nella porta bianconera.

Napoli vs Udinese, gol di Piotr ZielinskiLaPresseNapoli vs Udinese, gol di Piotr Zielinski

Nel secondo tempo, al 57esimo, Udinese vicina al gol! Ehizibue entra in area di rigore indisturbato ma la sua conclusione di destro non è precisa.

La lancetta dei secondi compie appena un giro e il Napoli fa tris: Anguissa fa ripartire sulla sinistra Elmas che si divora il campo; entrato in area di rigore salta un avversario e deposita con il destro il pallone in rete.

Al 61esimo Elmas subito vicinissimo alla doppietta. Girata meravigliosa in area di rigore del macedone, ma Silvestri si esalta e respinge, poi Osimhen non riesce ad arrivare sul pallone. Al 63esimo lo stesso nigeriano cerca la giocata in acrobazia, l’estremo difensore bianconero però è ancora una volta bravissimo ad evitare guai maggiori.

Napoli a tamburo battente. L’Udinese sembra aver mollato, psicologicamente la squadra di Sottil non c’è. E allora i padroni di casa provano a colpire ancora: Anguissa, al 66esimo, recupera l’ennesimo pallone e serve un solissimo Osimhen che perde l’attimo giusto e si fa rimpallare il tiro.

Ma i friulani in realtà non hanno gettato la spugna. Al 79esimo infatti l’Udinese accorcia le distanze. Grande assist con il petto di Success che serve Nestorovski, la conclusione di prima intenzione dell’attaccante non lascia scampo a Meret.

E tre minuti dopo i bianconeri firmano il secondo gol. Kim perde un pallone sulla pressione di Samardzic, il giocatore dell’Udinese arriva quasi in area di rigore e con il sinistro supera il portiere azzurro.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui