Reti inviolate tra Sampdoria e Salernitana, il match per la salvezza finisce 0-0. Oggi al Marassi si è giocato un match molto nervoso, fondamentale per i padroni di casa e per gli ospiti, sempre più desiderosi di abbandonare definitivamente la zona calda.

Grande tensione sui volti dei giocatori che avevano piena consapevolezza dell’importanza della partita. Si è vista una Samp vogliosa ma un po’ contenuta, contro una Salernitana che è riuscita, comunque, a creare più occasioni gol.

All’inizio del primo tempo, i campani sono apparsi più aggressivi. Al 13’ riescono quasi a finalizzare in rete con Candreva, che fronteggia Audero, ma il portiere è bravo a respingere. Si arriva al 20’ e la Samp cerca, con una certa insistenza di costruire degli schemi, facendo arretrare gli ospiti nella loro metà campo. Doppia occasione per i blucerchiati al 23’ e al 24’ con Leris e Augello ma nulla di fatto. La Samp coraggiosamente continua a spingere. Alla fine della prima frazione, 45+3, Stankovic non sembra molto soddisfatto di come è andato il primo tempo, che finisce a reti inviolate. Partita sicuramente tesa.

Nella ripresa continuano gli scontri di gioco. Gara piena di falli. Al 48′ la Salernitana attacca con Candreva e Piatek, che cerca di concludere con un tiro centrale, ma Audero blocca in due tempi. Entrambe le squadre effettuano cambi per ravvivare la situazione, ma sembra sia la Salernitana a beneficiarne. Al 77′ Quagliarella prova a concludere senza trovare lo specchio della porta. All’80’ arriva una grande occasione per la Salernitana, Piatek conclude a botta sicura ma trova la pronta respinta di Audero, che salva ancora i suoi. Si arriva ai 90+5, viste le numerose interruzioni.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Lapresse

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui