Alla fine la salvezza della Salernitana arriva nel modo più rocambolesco che si potesse immaginare. Più che conquistare la permanenza in serie A i campani, possiamo dire che è stato il Cagliari a buttarla via.

La Salernitana infatti si è beccata un sonoro 4-0 in casa dall’Udinese. A quel punto toccava al Cagliari vincere per conquistare il sorpasso in classifica e quindi la la salvezza. Ma i sardi nulla hanno potuto in casa di un già retrocesso Venezia, che però ha onorato il campo lottando per 97 minuti. Al fischio finale lo 0-0 condanna il Cagliari alla retrocessione in serie B.

Grande protagonista di questa impresa è Davide Nicola, che ormai sta diventando l’uomo delle salvezze impossibili. Come negli anni scorsi con il Crotone, Nicola ha preso in corso di campionato la panchina bollente della Salernitana. Una squadra senza gioco e apparentemente destinata alla retrocessione.

Poi con il suo arrivo, la svolta. Una lunga galoppata che si è conclusa stasera con la salvezza.

Per dovere di cronaca, i 4 gol dell’Udinese sono stati segnati da Gerard Deulofeu (6′), Ilija Nestorovski (34′), Destiny Udogie (42′), Roberto Pereyra (57′).

Da segnalare che la partita Salernitana-Udinese è stata interrotta per alcuni minuti dall’arbitro per un principio di incendio a causa di probabilmente di alcuni fumogeni.

Questi i numeri alla fine in classifica: Salernitana 31 e Cagliari 30.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui