Le due squadre partono forte, ma al 15esimo la Lazio è costretta a sostituire Immobile per un problema muscolare. Nel recupero del primo tempo un tocco di braccio di Toljan viene rivisto al Var e Pairetto decide di assegnare un calcio di rigore per i biancocelesti. Dagli 11 metri Zaccagni non sbaglia e porta in vantaggio la Lazio.

Nel secondo tempo le occasioni migliori capitano a Felipe Anderson e Frattesi, che sciupano. Alla fine, nel recupero è proprio l’attaccante brasiliano a chiuderla, al minuto 94, involandosi verso Pegolo e siglando il raddoppio. Il Sassuolo cade di fatto al Mapei e non è mai in grado di rialzarsi.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Lapresse

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui