Prove di arrembaggio allo scudetto da parte del Napoli contro l’Inter prima in classifica e a un punto di distanza: ma l’assalto non riesce e l’Inter ferma il tentativo di sorpasso, 1-1 al Diego Armando Maradona.

Classifica invariata in cima alla graduatoria con un punto a testa, 54 e 53. Tra i due contendenti gode il terzo in classifica: il Milan a 52 punti che domani ospita la Sampdoria sedicesima del campionato con 23 punti.

A sbloccare il risultato già dal 7′ è il capitano in uscita verso il Toronto, Lorenzo Insigne, su rigore dopo un brutto atterramento in area di Osimhen da parte di Devrij, rigore deciso al Var da Doveri. Raddoppio sfiorato al 12′ con un palo colpito da Zielinski. Altri tentativi ma a vuoto del Napoli al 28′ con Insigne in mezza rovesciata e Osimhen al 29′ con un tiro al volo, deviato in calcio d’angolo.

Dal lato Inter, che subisce il palleggio quasi brasiliano dei napoletani, si registra un tiro in porta da Dzeko di testa, parato facilmente da Ospina.

Nella ripresa la situazione sembra diventare quella opposta rispetto al primo tempo, con il Napoli in affanno e l’Inter che ha ritrovato il possesso della palla. Ed è lo stesso Dzeko ad accorciare le distanze dopo il flop di testa del primo tempo: ci riprova sempre di testa, il pallone rimane lì in area per l’intervento della difesa e torna tra i piedi dell’ex giallorosso, che ribatte di destro in porta, rimbalzo  sulla traversa, 1-1.

Al 69′ però è un gigantesco Handanovic a sventare un tentativo a rete di Elmas che approfitta di un rimbalzo in area  Inter.

La partita resta in bilico e la stanchezza malgrado l’utilizzo a piene mani dei cambi fa la sua parte dopo avvio e primo tempo da centometristi, anche se l’Inter sembra avere più tempo nelle gambe e continua ad attaccare fino alla fine. Non bastano i 5 minuti di recupero a cambiare lo stallo e i tre fischi verbalizzano la parità.

A cura di Roberto D’orazi – Foto Getty Image

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui