Il Napoli di Spalletti detta la legge del più forte e cala una cinquina pesantissima al Maradona contro la Juve di Allegri. Realizza Osimhen di testa su una ribattuta, raddoppia Kvaratskhelia, accorcia le distanze Di Maria che riapre la partita. Ma al 10′ della ripresa Rrahmani riporta a due la distanza degli azzurri, al 65′ Osimhen va ancora in rete. Al 72′ Elmas firma lo tsunami azzurro per un più 10 in classica e in campo.

Una vittoria senza precedenti tra le due squadre con i partenopei che ora possono amministrare il largo vantaggio per la conquista del titolo, dello scudetto che manca dai tempi del Pibe de oro.

Il Napoli che dopo la sconfitta a Milano a favore dell’Inter aveva destato delle perplessità sulla tenuta atletica, non è più così, sia a Genova contro la Samp e questa sera contro la Signora bianconera, gli uomini di Spalletti tornano ad essere quel gruppo solidissimo e fortissimo visto nel girone d’andata con tanto di record di vittorie consecutive, ben diciotto.

Simone Tripodi

Il Direttore Responsabile Simone Tripodi – Foto Lapresse 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui