Finisce 2-1 a San Siro, con l’autogoal di Milenkovic, il big match tra Milan e Fiorentina. Risultato probabilmente penalizzante per gli uomini di Italiano che per gran parte della prima frazione hanno avuto in mano il pallino del gioco e sono stati beffati proprio sul gong, con un episodio che sarà oggetto di discussioni. 

Avvio sprint del Milan che sblocca il match al secondo minuto con Leao, ottimamente imbeccato da Giroud. La Fiorentina non si perde d’animo e, dopo un palo di Biraghi al minuto 9, raggiunge il pareggio con Barak al 28′, il cui sinistro trova la deviazione decisiva di Thiaw. Le due colossali occasioni della ripresa capitano dapprima sul destro di Leao al 78′, ma da posizione invidiabile il portoghese spara alto.

Poi è Tomori che si traveste da portiere e cancella un goal già fatto sulla conclusione di Ikonè al minuto 89. Quando tutto sembra indirizzato verso il pareggio finale, sul cross dalla destra di Vranckx, Terracciano esce a vuoto disturbato da Rebic, e Milenkovic devia nella propria porta al minuto 92. Per Sozza e per il Var è tutto regolare e così il Milan si congeda dai propri tifosi prima della pausa per il Mondiale con una vittoria. Milan che si porta così a 33 punti, a -8 dal Napoli capolista, mentre la Fiorentina rimane a quota 19.

A cura di Simone Tripodi – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui