Il nuovo modulo di gioco di Paulo Sousa funziona : i campani hanno giocato a viso aperto, mettendo in difficoltà in più occasioni il Milan sfiorando il vantaggio nel secondo tempo. La squadra di Pioli spreca la ghiotta occasione di approfittare della frenata delle contendenti per approdare al secondo posto e rafforzare il piazzamento in zona Champions.

Nel primo tempo il Milan trova la rete del vantaggio, al 46′, all’ultima occasione. Ci pensa Giroud di testa, dopo un angolo – quasi senza saltare – a far esplodere di gioia San Siro.

Milan - Salernitana 13/03/23 Il gol di GiroudLaPresse – Il gol di Giroud

Salernitana che disputa comunque una prima frazione di gioco positiva: pesa l’errore grave di Dia davanti a Mangiona. Accade al 43′: ingenuità di Thiaw che regala palla all’attaccante senegalese. Tentativo di dribbling sul portiere francese, bravissimo a intervenire sulla palla e a non commettere fallo.

Due, in sostanza, le altre occasioni degne di note, una per parte: al 29′ lo stesso Giroud prova il gol capolavoro di rovesciata, ma la sua acrobazia termina di poco alta. Quattro minuti dopo opportunità per la squadra allenata da Paulo Sousa, Kastanos tuttavia perde troppo tempo e in area piccola si fa deviare il tiro in corner.

Nel secondo tempo, al 52′, bella azione di Bennacer che poi prova un tiro-cross: deviazione di Leao che termina a lato. Esattamente dieci minuti dopo gli ospiti riportano il risultato sul pareggio grazie a un contropiede letale: Bradaric serve in mezzo Dia, dimenticato da Thiaw e Tomori. Tocco ravvicinato e 1-1.

Al 70′ momento chiave che può cambiare il match. Calcio di rigore per il Milan per un fallo di Bradaric su Bennacer, ma il check Var induce La Penna a rivedere la decisione, niente tiro dagli undici metri per i rossoneri. Al 76′ ancora Milan con Origi a un’unghia dal gol: deviazione a botta sicura ma Ochoa ha un grandissimo riflesso e nega la rete alla squadra di Pioli. All’82’ risponde la Salernitana con Piatek che si rende pericoloso: l’ex della gara fa partire il destro da fuori area. Maignan respinge a terra.

Finale tambureggiante: all’87’ miracolo di Ochoa; il portiere messicano toglie dalla porta un gol praticamente fatto dopo il tocco di Florenzi. Solo nervosismo nei minuti di recupero. Finisce così. Il Milan, al quarto posto, si porta a quota 48 punti; la Salernitana a 26, a + 7 dal Verona terzultimo.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui