Il Milan non perdona su ogni pallone e non da scampo al Torino sconfiggendolo per 4-1 a San Siro. I granata reggono l’urto dei padroni di casa per poco meno di un tempo, ma poi sono costretti ad inchinarsi alla formazione di Pioli. I rossoneri affrontano fin da subito in modo deciso la prima partita in casa davanti ai numerosissimi tifosi e si rendono pericolosi grazie a Giroud, Hernández e Leao. La prima rete arriva al 33esimo grazie a Pulisic, che realizza così la seconda marcatura con la sua nuova squadra grazie al passaggio di Loftus-Cheek. Passano solo tre minuti e Schuurs devia un tiro da fuori di Ricci, realizzando il gol del momentaneo pareggio.

Il primo tempo ha ancora molte emozioni da regalare. I padroni di casa continuano ad attaccare e al 41esimo un tocco di mano in area di Buongiorno gli regala l’occasione per tornare in vantaggio. L’arbitro è richiamato al Var e assegna il rigore. Giroud lo trasforma senza esitazioni. Prima del riposo uno scambio tra Leao e Hernández lancia il secondo da solo davanti a Milinkovic, trafiggendo il portiere granata con un tocco preciso. i rossoneri giocano con supremazia e scioltezza dando spettacolo.

Nel secondo tempo il Milan continua a dominare la partita e al 65esimo si procura un nuovo rigore, sempre deciso al Var, per un pestone di Schuurs nei confronti di Leao. Al dischetto va ancora Giroud che realizza la sua doppietta personale e la rete del 4-1. Nell’ultima mezz’ora il Milan gestisce il vantaggio e i granata non riescono mai a rendersi pericolosi.

Pioli esulta e la sua squadra sarà sicuramente l’anti Napoli di questo campionato, per Juric invece c’è da lavorare per non fare trovare i suoi uomini nei bassi fondi della classifica vista la pochezza di giornata.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Repertorio

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui