CAGLIARI (3-4-2-1) Scuffet, Hatzidiakos, Mina, Dossena, Nandez (33′ st Zappa), Sulemana (1′ st Prati) Makoumbou, Augello, Gaetano (24′ st Deiola), Shomurodov (33′ st Viola), Luvumbo. All.: Ranieri

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny, Gatti, Bremer, Danilo, Weah (23′ st McKennie), Alcaraz (1′ st Yildiz), Locatelli (29′ st Milik), Rabiot, Cambiaso (40′ st Illing Junior)Vlahovic, Chiesa. All. Allegri

Reti: 30′ pt Gaetano su (rig.), 36′ pt Mina (rig.), 17′ st Vlahovic, 41′ st Dossena (autogol)

Ammoniti: Luvumbo per comportamento non regolamentare, Nandez per proteste, Szczesny, Weah, Bremer per scorrettezze.

Il Cagliari di Claudio Ranieri gioca un primo tempo eccezionale e mette in difficoltà la Juventus dai primi minuti. Alla mezzora un fallo di mano di Bremer viene punito con il rigore per i sardi. Dal dischetto Gaetano batte Szczesny. Qualche minuto dopo grande ripartenza di Luvumbo che viene steso dal portiere polacco.

Altro rigore e dagli 11 metri dai presenta Mina che non sbaglia. Nel finale di frazione annullato un gol a Vlahovic per fuorigioco di Chiesa in avvio di azione.

Nella ripresa, al 62esimo la Juve accorcia con una punizione di Vlahovic. Il pari dei bianconeri arriva all’87esimo: cross lungo di Yildiz e intervento di Dossena che devia nella propria porta.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Getty Images
Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui