Orazio Schillaci

La pandemia ha rimesso la salute al centro dell’agenda politica, ma anche economica e sociale. Oggi, superata la fase emergenziale, dobbiamo guardare oltre e lavorare per risolvere criticità strutturali che l’emergenza ha portato alla luce“. Lo ha affermato il ministro della Salute, Orazio Schillaci, al Forum di Meridiano Sanità. “Abbiamo di fronte sfide importanti: quella – ha sottolineato Schillaci – della cronicità legata all’invecchiamento della popolazione, la sfida della sostenibilità economica garantendo un’assistenza equa, la sfida One health“.

Ora bisogna risolvere le criticità strutturali e questo, ha spiegato il ministro, “significa ridurre le disparità territoriali nell’erogazione dei servizi, diminuire i tempi di attesa per l’erogazione di molte prestazioni, potenziare la prevenzione, rafforzare e valorizzare il personale del Ssn anche alla luce del potenziamento dell’assistenza territoriale“. “Il Pnrr con la Missione 6 mette a disposizione della Salute 15,6 miliardi, cui si aggiungono 2,8 miliardi del Piano nazionale di investimenti complementari al Pnrr (Pnc), per un totale di oltre 20 miliardi per l’attuazione del Pnrr e il rinnovamento della sanità pubblica“.

Vaccini importanti soprattutto per i fragili

Voglio ricordare l’importanza di proseguire la campagna vaccinale contro il Covid-19 e contro l’influenza stagionale soprattutto per assicurare il più alto livello di copertura nelle persone fragili e vulnerabili e penso in particolare agli anziani e a coloro che soffrono di più patologie”, ha detto ancora il ministro della Salute.

A cura di Silvia Camerini – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui