TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

SARDEGNA ISOLATA VOLI CANCELLATI

La Sardegna è isolata per i voli cancellati si apprende dal sito ufficiale Rai. Continuano le difficoltà per chi vuole volare in Sardegna. Ieri Alitalia ha chiuso in anticipo i collegamenti tra l’Isola e gli scali di Fiumicino e Linate con 12 voli saltati, altrettanti cancellati oggi e domani. Tanti disagi per chi, per lavoro o esigenze personali, deve viaggiare da o per la terra dei quattro mori.

Concorsi pubblici Valerio Caddeu, segretario della provincia di Cagliari del Silp-Cgil della polizia di Stato lancia l’allarme per quanti vogliono partecipare alle prove concorsuali: “Molte strutture si trovano nella penisola, e siamo bloccati, ci sono solo tre collegamenti alla settimana tramite traghetti, garantiti oltretutto per un breve periodo perché il bando scade fra circa 6 mesi. In primavera si riproporrà il problema. E con i voli la situazione è critica: i voli low cost non hanno né orari né tariffe garantite”.

La Sardegna è un microcosmo, ma a un certo punto dice il sindacato “dobbiamo per forza attraversare il mare”. L’Agenzia delle dogane e dei monopoli La cancellazione dei voli ha comportato anche l’impossibilità a partecipare ai concorsi pubblici che si stanno svolgendo nella Capitale, come quello per 766 posti all’Agenzia delle dogane e dei monopoli. “Mai come in questo periodo la distanza e la geografia rischiano di creare un pesantissimo danno sociale, economico, culturale alla Sardegna e ai sardi” ha dichiarato Michele Cossa, presidente della Commissione speciale per l’insularità del Consiglio regionale, che ha raccolto le denunce degli iscritti al concorso. Lo Sport Anche il settore sportivo è duramente colpito come riporta il Cus, il centro sportivo universitario: “Il Campionato di volley maschile è stato rinviato a metà novembre, per non parlare dei costi altissimi che dobbiamo sostenere in alcuni casi per volare con le compagnie low cost che non hanno tariffe garantite. Sabato scorso la squadra di basket femminile A2 delle Marche non è riuscita a raggiungere l’isola, perdendo a tavolino 20 a 0”.

Per Bruno Perra, presidente del Comitato regionale Sardegna “l’incertezza regna, infatti finora siamo riusciti, anche se nel disagio, a viaggiare. Il problema è quello che verrà. Dal 15 ottobre non possiamo prenotare i voli in continuità e questo ci blocca. Aspettiamo la decisione della Gunta regionale per conoscere quale sarà la nuova compagnia alla quale sarà data la continuità territoriale, di conoscere soprattutto gli orari e le frequenze”. Decisione della Giunta Intanto la Giunta regionale si è riunita oggi per affrontare proprio il tema del nuovo bando di continuità territoriale.

Volotea e Ita tra i vettori che si contendono la gara. Dal precedente bando erano rimaste escluse Volotea e Ita, e il relativo “no” del Tar alla richiesta di sospensiva avanzata dalla compagnia spagnola sull’esito del bando. E il presidente Christian Solinas precisa che “i disagi che i passeggeri stanno subendo in queste ore, i ritardi e le cancellazioni dei voli, non hanno la minima attinenza con la gara in corso, e in via definizione, con la quale la Regione affiderà il servizio di continuità territoriale alla compagnia che si aggiudicherà la procedura negoziata.

Terminata la proroga precedentemente concessa ad Alitalia, il vettore che si aggiudicherà in queste ore la procedura negoziata inizierà a svolgere regolarmente il suo servizio sulle rotte di continuità, con le tariffe e le frequenze prestabilite. Riguardo alla procedura seguita – prosegue il Presidente Solinas – anch’essa oggetto di critica strumentale, è bene ricordare che la Regione ha seguito scrupolosamente ed in maniera inappuntabile le modalità dettate dalla legge e dai regolamenti comunitari. Ed è perfino superfluo sottolineare – conclude Solinas – che la Regione non ha alcuna possibilità di modificare né le modalità di svolgimento della procedura né l’esito della stessa”.

A cura di Tarcisio Creddu – Foto Imagoeconomica

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *