L’accensione dell’albero di Natale e lo svelamento del presepe allestiti in Piazza San Pietro costituiscono ogni anno un momento molto atteso. Presenti le delegazioni provenienti dai due territori che hanno donato i segni simbolo delle festività, ricevute da Papa Francesco. Il presepe arriva da Sutrio, in Friuli-Venezia Giulia, e l’abete da Rosello, in Abruzzo.

Sono stati il cardinale Fernando Vérgez Alzaga e suor Raffaella Petrini, rispettivamente presidente e segretario generale del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, a inaugurare il presepe e a illuminare l’albero di Natale.

Per il presepe artistico – realizzato interamente in legno – erano presenti il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, e il sindaco di Sutrio, Manlio Mattia.

All’accensione dell’albero di Natale il vescovo di Trivento, monsignor Claudio Palumbo, e il sindaco di Rosello, Alessio Monaco. Il maestoso abete bianco – si legge nel comunicato – è stato decorato con addobbi preparati dai ragazzi della struttura residenziale riabilitativa psichiatrica “Quadrifoglio”, in collaborazione con i nonni del Centro di accoglienza anziani “Sant’Antonio” di Borrello e gli alunni delle scuole di Pizzoferrato, Quadri e Villa Santa Maria.

Il presepe e l’albero in Piazza San Pietro rimarranno esposti fino alla conclusione del tempo di Natale, che coincide con la festa del Battesimo del Signore, domenica 8 gennaio 2023.

A cura di Elena Mambelli – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui