È tutto pronto, manca soltanto l’ufficialità, per il ritorno di Marco Giampaolo sulla panchina della Sampdoria. È arrivata così al capolinea l’avventura blucerchiata di Roberto D’Aversa, che domenica 17 gennaio ha comunque diretto l’allenamento a Bogliasco: per lui è stata fatale la sconfitta a Marassi contro il Torino (2-1) di sabato 15 gennaio.

L’ultima vittoria risale al derby contro il Genoa (3-1) del 10 dicembre scorso, poi la Sampdoria ha ottenuto soltanto due punti in cinque gare: due pareggi contro Venezia (19 dicembre, 1-1) e Roma (22 dicembre, 1-1) e tre sconfitte di fila con Cagliari (6 gennaio, 2-1), Napoli (9 gennaio, 1-0) e Torino appunto.

Il prossimo step per Giampaolo sarà quello di chiudere il rapporto con il Torino, con il quale è legato fino al 30 giugno 2022. Poi potrà tornare sulla panchina blucerchiata, dove è stato tra il 2016 e il 2019, conquistando due decimi posti e un nono posto, per poi fare il grande salto al Milan. Avventura, però, durata soltanto qualche mese, fino all’ottobre 2019, sostituito dall’attuale tecnico Stefano Pioli.

Per Giampaolo il debutto dovrebbe avvenire già martedì sera 18 gennaio, in casa della Juventus negli ottavi di Coppa Italia. Ma l’appuntamento chiave sarà domenica prossima a La Spezia, in un match fondamentale per la salvezza. Obiettivo che garantirebbe all’allenatore un rinnovo automatico di due anni.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui