La Ministra della famiglia, delle natalità e delle Pari opportunità, Eugenia Maria Roccella, giornalista e politica italiana, laureatasi all’Università della Sapienza di Roma, e al Governo Meloni dal 22 ottobre 2022, nell’affrontare lo scabroso problema delle violenze e della pornografia si è anche consultata con Rocco Siffredi, noto attore e regista di film di tal genere, che ha dato il suo pieno consenso sulla necessità di porre dei limiti soprattutto nei riguardi dei minori.

La Roccella ha così esposto il suo pensiero in una nota sui social: “In questi giorni, di fronte ai ripetuti casi di stupro di gruppo ai danni di ragazze o addirittura ragazzine ho posto il problema dell’accesso precoce a una pornografia che peraltro è sempre più violenta e degradante. Non perché ci sia ogni volta necessariamente un nesso di causa-effetto, ma perché il tema esiste e dobbiamo porcelo, dobbiamo discuterne come stanno facendo in molti Paesi del mondo. Gli studi parlano di sette anni come età media del primo accesso dei bambini a contenuti porno, ed è evidente che le tecnologie hanno moltiplicato il fenomeno in modo esponenziale. Anche perché in campo tecnologico i figli sono molto più bravi e aggiornati dei genitori, che dunque si sentono spesso disarmati e impotenti. Non è solo una questione di controllo e di divieti, è una questione educativa. Oggi ne hanno parlato, fra gli altri, Luca Ricolfi e Annamaria Bernardini de Pace. Si tratta di capire cosa offriamo ai nostri ragazzi, di cosa nutriamo gli anni della loro formazione come persone, come interpretare la genitorialità in un mondo sempre più complesso nel quale il gruppo dei pari sembra prendere sistematicamente il sopravvento sulle relazioni verticali. Questo dibattito va approfondito, perché oggi è più che mai necessaria – conclude – una riflessione sulla questione educativa.”

A conclusione riafferma che Rocco Siffredi le ha inviato una comunicazione personale e privata in cui si è esposto pubblicamente per dirsi d’accordo con lei sul problema dei bambini e della pornografia e non avevo certo dato per scontato che prendesse una posizione del genere.

A cura di Pier Luigi Cignoli – Foto Imagoeconomica

Editorialista Pier Luigi Cignoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui