42 anni, origini indiane, Brexiteer pragmatico ed ex ministro delle finanze sotto Boris Johnson, è stato proclamato nuovo leader del partito conservatore in maggioranza a Westminster.

Gradito alla city, Sunak diventa il primo capo del governo del regno di radici etniche indiane. L’ex cancelliere dello Scacchiere nel secondo governo di Boris Johnson ha vinto la concorrenza dello stesso Johnson, si era chiamato fuori qualche giorno escludendo un ritorno a Downing Street, e di Penny Mardaunt, che oggi ha rinunciato alla propria candidatura spiegando che “il paese ha bisogno di certezze a partire da oggi”.

Nato a Southampton, sarà il primo premier figlio di immigrati e di religione induista: il padre è nato in Kenya da genitori indiani, la madre in Tanzania, ed emigrarono nel Regno Unito negli anni 60. Sale al potere nel momento più critico dei Tories e del Regno stesso: succederà a Liz Truss, dimessasi dopo appena 45 giorni a causa della perdita di consensi dovuta al tentativo di impostare una politica economica basta sul taglio delle tasse senza avere le necessarie coperture. Truss a sua volta aveva preso il posto di Boris Johnson, il cui esecutivo era uscito fortemente fiaccato dalle conseguenze della Brexit e dall’aumento dell’inflazione dovuta alla guerra.

“Il Regno Unito è un grande Paese, ma stiamo affrontando una profonda crisi economica – aveva ammesso proprio ieri Sunak -Voglio riparare la nostra economia, unire il nostro Partito e risollevare il nostro Paese”.

A cura di Stefano Severini – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui