Noi non voteremo la fiducia a un governo Meloni, punto. Se questo esecutivo vedrà la luce noi saremo una opposizione preparata e civile. Se la destra non avrà i numeri come è possibile solo se noi facciamo un bel risultato punteremo a un governo Draghi“.

Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, in un’intervista a La Repubblica. Sull’alleanza con il leader di Azione, Carlo Calenda, Renzi ha aggiunto: “Abbiamo le stesse idee sul futuro dell’Italia, siamo nella stessa famiglia politica europea, siamo gli unici a non candidare che era contro Draghi. Sarebbe poco credibile andare divisi. Aggiunga che è stato il Pd a non volere Italia Viva”. Sul pericolo fascismo in caso di vittoria di Giorgia Meloni: “No. Il fascismo era un problema nel 1922, non nel 2022. Chi agita il tema del fascismo regala punti alla Meloni. C’è un pericolo diverso, più concreto: che saltino i conti pubblici. Hanno fatto un programma assurdo, con una flat tax che non sta in piedi, con l’idea di cancellare la Fornero, con una visione folle delle alleanze internazionali”.

A cura di Elisabetta Turci – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui