Putin, una persona dura, famosa per la sua linea tutta d’un pezzo, che non perdona. È stato chiaro davanti ai media con una dichiarazione che ha fatto il giro del mondo in poche ore. Il messaggio contro l’ISIS è chiaro: “Daremo loro la caccia in tutto il mondo, ovunque si stanno nascondendo. Li troveremo ovunque si trovino e li puniremo”. Nel suo discorso cita chiaramente gli attentati alla città di Parigi ed i Raid in Iraq come ‘stesso servizio di ringraziamento’. Russia e Francia hanno deciso di coordinare i loro servizi militari e di sicurezza nei confronti dei militanti dello Stato islamico (ISIS) in Iraq e Siria. Putin, parlando ai suoi alti ufficiali militari, aveva giurato vendetta spietata per gli attacchi ed in effetti abbiamo visto come aerei militari dei due paesi hanno scatenato bombe sulla roccaforte ISIS di Raqqa all’inizio di questa settimana. “E’ necessario stabilire un contatto diretto con i francesi e lavorare con loro come alleati“, ha affermato Putin con decisione.
Sicuramente questa situazone non porterà a nulla di buono per la popolazione che non c’entra niente, tuttavia, come dice quel detto “Quando ci vuole, ci vuole”

La Redazione Giornalistica.

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui