TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

IL PUNTO DEL DIRETTORE LA SERIE B

La Serie A lascia spazio alla Nazionale e la B ne approfitta per giocare un turno, il trentaduesimo, con gli anticipi che si giocano di sabato ed il grosso di giornata spostato alla domenica; all’apparenza quasi nessuno degli incontri lascia grossi dubbi di risultato, essendo molti gli incroci tra testa e coda della classifica, ma le sorprese sono sempre in agguato e non mancano certo scontri di un certo interesse.

Inoltre come non considerare che la classifica vede ancora molte formazioni che devono recuperare un turno e che quindi tutto è ancora perfettamente in gioco, qualunque sia l’obiettivo? Vero che l’Empoli potrebbe portarsi a + 6 dal Frosinone, avendo una partita in meno, ma ormai abbiamo capito che è meglio non dare nulla per scontato, visto che la cadetteria è, quest’anno ma non solo, torneo assai equilibrato.

Proprio l’Empoli va a far visita d un Pescara in crisi, ma in riva all’Adriatico nessuno è disposto a lasciare via libera ai toscani senza provarci, anche perché si fa in fretta a venire risucchiati nei bassi fondi e i ragazzi del “Delfino” vogliono invece raggiungere la tranquillità il prima possibile.
Non meno difficile di quella empolese sarà la trasferta in quel di Terni del Frosinone; gli umbri sono all’ultima spiaggia e per il omento non hanno tratto grossi benefici dall’arrivo di mister De Canio, ma centrare un risultato potrebbe ridare speranza e quindi la formazione di Longo farà bene a prendere molto sul serio un impegno con cui rilanciarsi dopo qualche risultato sfavorevole; il Palermo è dietro di tre soli punti ed ha una partita da recuperare, quindi meglio che Ciofani e compagni stiano ben in campana anche in casa dell’ultima in classifica.

Il Palermo vuole invece sfruttare il turno casalingo contro un Carpi che “vede” i play offed a sua volta, sarà avversario non proprio morbido, almeno sulla carta; Tedino ed i suoi vogliono continuare la marcia positiva al di là dei tanti assenti perché impegnati nelle rispettive Nazionali; certo la penalizzazione è notevole per i rosanero, ma arrivando dalla A e con un carico di stranieri esagerato, certe cose erano da mettere in conto anche in funzione mercato.

Chi ha un incontro difficile è invece il Cittadella che si recain laguna a sfidare il Venezia di Inzaghi, per uno scontro che anticipa i play off e sarà interessante perché mette a confronto due compagini che giocano un calcio piacevole e veloce.

Vuole sfruttare il fattore campo il Bari che riceve il Brescia; i galletti vogliono rafforzare la posizione in classifica proprio in funzione play off, mentre le rondinelle tenteranno con tutti i mezzi di raccogliere punti preziosissimi per una classifica che, al momento, li vedrebbe salvi per un punto.
Nelle zone alte, anche il Perugia, che va a Cesena, vuole continuare con il passo speditissimo delle ultime giornate, mentre la formazione di Castori deve svegliarsi perché lo spareggio play out sarebbe la realtà odierna, ma le ultime prestazioni hanno evidenziato troppe carenze, rimediabili solo con un cammino che parte dalla vittoria contro il grifone.

Detto del Carpi, il Parma aspetta al Tardini il Foggia, con l’intento di riprendere una marcia sin qui sotto le aspettative societarie e della tifoseria; non sarà facile aver ragione dei satanelli di Stroppa, che giocano discretamente e, specie in trasferta, sanno sfruttare gli spazi loro concessi.
Vuole tornare alla vittoria anche la Cremonese, che ospita la pericolante Entella, per ritrovare posizioni di classifica tenute per molte giornate con merito; i liguri invece inseguono l’ennesima salvezza che oggi si giocherebbero nello spareggio, e vogliono proseguire sullo slancio della vittoria contro il Parma.
Lo Spezia, appaiato alla Cremonese, ospita un Ascoli c
he non vuole mollare nonostante le ultime uscite non positive; i liguri continuano ad essere un’eterna incompiuta sempre sul filo tra le posizioni di vertice cui ambirebbero ed il campionato anonimo che ormai è nelle loro abitudini, mentre Serse Cosmi chiede ai suoi uno scatto d’orgoglio che alimenti le residue speranze di salvarsi.

Scendendo in classifica e detto del Foggia che va a Perugia, la Salernitana ospita il Novara e vuole allontanarsi ulteriormente dai bassifondi e dai pericoli; a sua volta, la formazione di Di Carlo vuole sfruttare l’occasione per risalire una graduatoria ancora difficile e tirare il fiato prima di affrontare altre giornate per nulla semplici.
Infine, l’Avellino, alla pari con il Novara a quota 35, va a Vercelli contro le bianche casacche in cerca del riscatto dopo la sconfitta di Carpi, che ha messo fine ad una lunga serie di partite positive pur se con tanti pareggi; la posta in palio al Piola è altissima e sicuramente ne verrà fuori una sfida da scintille.

Dunque ci si può aspettare una giornata che, se non spettacolare, vedrà il solito agonismo e, non è da escludere, anche qualche sorpresa; la Serie B ci ha abituato a ribaltoni inaspettati anche dalle più forti e dunque buon calcio a buona trentaduesima giornata a tutti.

Il Direttore responsabile Maurizio Vigliani – Foto Lecci

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *