“È un momento difficile, la Russia sta deliberatamente tagliando parzialmente il gas e dobbiamo essere preparati e quindi stiamo preparando un piano d’emergenza basato su due punti: tagliare in modo intelligente e in secondo luogo avere una solidarietà energetica” ha detto la presidente della Commissione europea nel corso della conferenza stampa con il premier ceco, Petr Fiala, aggiungendo poi: “Ci collegheremo attraverso gasdotti, abbiamo tutti questi interconnettori. Possiamo sempre avere i flussi inversi. Quindi abbiamo bisogno di un buon piano comune che permetta all’energia e al gas di fluire dove è più necessario. Questo sarà presentato dalla Commissione a metà luglio circa”.

“Noi dobbiamo ridisegnare le regole della governance economica con l’obiettivo di coniugare la necessità di investimenti con la salvaguardia dei conti” ha proseguito Ursula von der Leyen, rimandando a “dopo l’estate” il momento in cui l’Europa farà la sua proposta.

A farle eco, il primo ministro ceco Petr Fiala, che ha detto: “Le priorità per il futuro sono l’energia, sia dal punto di vista dell’indipendenza dell’Eurasia che da quello del calmieramento dei prezzi”. Il premier di Praga ha poi aggiunto: “Solo delle politiche coordinate e comuni possono essere efficaci. Se noi cooperiamo, se noi siamo consapevoli di come affrontare le crisi potremo raggiungere dei buoni risultati e fare in modo che i cittadini superino questi problemi”, ha concluso Fiala.

A cura di Renato Lolli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui