A Fort Lauderdale, a Seatrade Cruise Global, la più importante fiera mondiale del settore marittimo, il porto crociere di Venezia ha ricevuto il premio come miglior homeport del Mediterraneo nel 2015.

L’ambito riconoscimento è attribuito da una giuria specializzata di operatori del settore ai porti crocieristici che nel mondo si distinguono per l’eccellenza delle operazioni di sbarco e imbarco dei passeggeri. Il presidente di Venezia Terminal Passeggeri, la società che gestisce il traffico crocieristico nello scalo lagunare, Sandro Trevisanato, si è dichiarato molto soddisfatto: “Questo premio è l’ennesimo riconoscimento ai servizi forniti dal nostro porto – ha detto – e al continuo sviluppo delle infrastrutture potenziate sia con l’aumento dei fabbricati terminalistici che con una maggiore operatività delle banchine”.

“Auspico che questo premio alla qualità della nostra accoglienza, sia di stimolo al governo per risolvere al più presto il problema dell’individuazione della via alternativa che garantisca lo spostamento delle grandi navi dal Canale San Marco-Giudecca e riesca a superare l’impasse creata dal Decreto Clini Passera prima e dalla successiva ordinanza della Capitaneria di Porto, che hanno introdotto criteri limitativi su base quantitativa quale quello delle 96.000 tonnellate”. Un criterio, per Trevisanato, che ha determinato “la sostituzione da parte di molte compagnie, per non perdere la destinazione Venezia, di navi all’avanguardia, dotate di tecnologia di ultima generazione e a basso impatto ambientale, con unità più piccole, ma allo stesso tempo più vecchie e di conseguenza meno manovrabili e più inquinanti”.

“Se non si trova una soluzione – ha concluso- Venezia perderà lo status non solo di primo home port del Mediterraneo, ma la natura stessa di porto capolinea a scapito di scali stranieri, trascinando in un declino irreversibile l’intera crocieristica dell’Adriatico”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui