La polizia di Praga ha identificato tutte le 13 vittime della sparatoria di giovedì alla Facoltà di Lettere dell’Università Carolina, dove ieri David Kozak, studente di 24 anni, ha cominciato a sparare all’impazzata contro i suoi colleghi della facoltà di filosofia.

Tra le vittime, anche la direttrice dell’istituto di Musicologia, ha riferito l’emittente pubblica ‘Cesky Rozhlas’. Secondo il ministro dell’Interno ceco Vit Rakusan, agenti di polizia ed esperti hanno lavorato tutta la notte per identificare i morti. La quattordicesima vittima è l’assassino che, come confermato dalla polizia della Repubblica Ceca in una conferenza stampa, quando è stato avvicinato dalle forze dell’ordine, si è sparato con un fucile.

La polizia ha istituito una linea di emergenza per i familiari delle vittime e anche un servizio di sostegno psicologico per studenti e professori. Intanto, le forze di sicurezza da stamane pattugliano a titolo preventivo obiettivi sensibili come scuole, ospedali e altri luoghi in cui si radunano più persone.

Le autorità ceche hanno dichiarato il 23 dicembre giornata di lutto nazionale per le vittime del conflitto a fuoco mortale.

A cura di Stefano Severini – Foto fonte Avvenire

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui