Scrivi Pippo Baudo e pensi subito alla lunga storia della televisione, con fiumi di parole e pagine indelebili che si sono susseguite nel corso degli anni. Il conduttore per eccellenza, fonte di ispirazione per generazioni di presentatori passati e presenti, fino ad arrivare ad Amadeus, suo erede naturale.

Il re del piccolo schermo, oggi 85nne, ormai da tempo ha diradato la sua presenza televisiva, anche se è ancora possibile vederlo in trasmissioni, come è capitato recentemente quanto ha partecipato ad una puntata di “Ballando con le stelle” nel ruolo di ballerino per una notte, oppure al fianco di Maria De Filippi, nel ruolo di giudice, nel talent “Amici“. Tanto riposo e poche incursioni per il presentatore siciliano, che gode di un curriculum televisivo senza precedenti.

Gli esordi avvengono negli anni ’60, lavorando ad alcune trasmissioni come Telecruciverba, ma è con Settevoci che ottiene un grandissimo successo improvviso  che gli apre la pista a diverse importanti trasmissioni: Canzonissima, Fantastico e Domenica in. Baudo oltretutto è stato proprio uno tra quelli che hanno presentato più edizioni di quest’ultima trasmissione. Diversi anche i Festival di Sanremo a cui ha preso parte, e altri programmi che sono rimasti nella storia come Luna park o Novecento.

Uno dei conduttori dunque sicuramente più longevi, e anche maggiormente amati dal pubblico, con l’innata dote di talent scout riconoscendo dunque la bravura di persone che in effetti poi hanno avuto un grande successo, come ad esempio Al Bano, Beppe Grillo, Tullio Solenghi, Heather Parisi, Barbara D’Urso, Eros Ramazzotti, Lorella Cuccarini, Laura Pausini, Andrea Bocelli, Giorgia, Irene Grandi, Michelle Hunziker, Gigi D’Alessio, Anna Tatangelo, Fabrizio Moro e Bianca Guaccero, con l’unico errore di aver fatto scartare Fiorello a un provino.

Una leggenda vivente, che speriamo ancora di vedere al lavoro, per apprezzarne oggi come ieri, la sua schiettezza e il suo stile inconfondibile.

Franco Buttaroarticolo a cura di Franco Buttaro – Foto Imagoeconomica

scrivi a: [email protected]gmail.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui