Stefano Pioli neo campione d'Italia con il suo Milan ritira il premio Bulgarelli in Emilia Romagna consegnato dal governatore Stefano Bonacini e Fabio Capello

Si è svolta oggi a Bologna, nella sede della Regione Emilia-Romagna, la cerimonia di premiazione del “Premio Bulgarelli Number 8“, alla presenza del Presidente della Regione Stefano Bonacini e del Presidente della giuria Fabio Capello.

Il neocampione d’Italia Stefano Pioli ha ricevuto il Premio come migliore allenatore della Serie A, Sandro Tonali del Milan migliore mezzala, Giacomo Raspadori del Sassuolo migliore giocatore del campionato, Gianpiero Piovani migliore allenatore di Serie A femminile, Manuela Giugliano miglior calciatrice e Daniele Orsato miglior arbitro.

“Appena finita la partita – ha commentato con emozione l’allenatore del Milan – ho pensato a mio padre. E’ un onore ricevere questo premio, sono felicissimo. Il premio Bulgarelli mi dà tanta soddisfazione anche perché a Bologna ho lavorato e sono stato molto bene”.
Su Raspadori e Tonali (quest’ultimo non presente) il tecnico del Milan ha avuto parole di elogio: “Se il futuro della Nazionale Italiana ha ragazzi come Raspadori e Tonali credo che possiamo stare tranquilli perché otterremo bei risultati”.

Poi il discorso torna sul campionato appena vinto: “Un grazie particolare ai miei giocatori, sono innamorato di loro, ma anche ai miei dirigenti che mi hanno dato fiducia. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il sostegno di Maldini e di Massara, che mi hanno aiutato molto nei momenti critici. Dopo il primato nel campionato italiano, l’asticella si alza: noi siamo il Milan e la storia pretende che il Milan debba essere protagonista in Italia e in Europa. E’ il nostro obiettivo, sappiamo le difficoltà, ma abbiamo anche le conoscenze necessarie per fare sempre meglio”.

Franco Buttaro

articolo e reportage a cura di Franco Buttaro

scrivi a: [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui