Verrà accesa – sabato alle 18.30, in piazza del Popolo – la Biosfera, installazione scultoreo-digitale unica in Europa con i suoi 4 metri di diametro e oltre 2 milioni di Led. La sfera è stata ideata per narrare e condividere l’ universo che girerà attorno a Pesaro Capitale della Cultura.
Sulla superficie sferica verranno visualizzati video a 360 gradi del patrimonio paesaggistico, storico, artistico-culturale del territorio.

Il Sindaco Matteo Ricci, in conferenza stampa, specifica che il progetto nasce un anno fa, “insieme al vicesindaco Vimini, quando abbiamo ipotizzato la realizzazione di una sorta di ‘Albero della Vita’ che era stato pensato per l’Expo qualche anno fa. La scelta è ricaduta su una sfera, simbolo che torna ripetutamente in città: è nella “Palla” di Arnaldo Pomodoro, nella Sonosfera®, nella Piazza Rossini, nella ruota della bici che percorre la Bicipolitana e delle moto della nostra Terra di Piloti e Motori, nel sole che tramonta sul mare Adriatico. La Biosfera è un’icona, un oggetto di design e di alta tecnologia, che ci renderà ancora più attrattivi e più competitivi. Ma allo stesso tempo  farà riflettere sul cambiamento climatico”. Sarà, dunque, continua Ricci “Il nostro ‘Albero della Vita’. Ogni giorno produrrà spettacoli, contenuti culturali audio e video, anche interattivi”. Alla base del progetto di Federico Rossi e Andrea Santicchia di Artifact Studio, c’è il pianeta da salvare, “Elemento che abbraccia alla perfezione La natura della cultura di Pesaro 2024 – aggiunge il sindaco – È un investimento che abbiamo potuto realizzare grazie alla collaborazione tra assessorati: all’idea di Vimini, alla praticità dell’assessora Frenquellucci e della dirigente Maggiulli, che hanno portato a Pesaro la Casa delle Tecnologie Emergenti (CTE Square, bando del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, del valore di 11milioni di euro) che comprende tra l’altro la realizzazione di progettualità tecnologiche di alto livello. Sabato, alle 18.30, in piazza del Popolo, sarà una grande festa popolare, dove ancora una volta la partecipazione dei cittadini sarà centrale”. L’installazione è frutto della convergenza di mezzi digitali, avanzate tecnologie e ricerche artistiche; è un “patrimonio della città, un elemento artistico, una struttura innovativa che genera contenuti ed è stata scelta per potenziare l’engagement edil turismo. È l’elemento di sintesi de “La natura” della cultura della Capitale” ha evidenziato Silvano Straccini, direttore generale di Pesaro 2024.

A cura di Francesca Brugnettini editorialista – Foto Redazione

Redazione IL POPOLANO

La Cesenate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui