Un uomo romano di 45 anni è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale e corruzione di minorenne ai danni di due bambine di 9 e 5 anni nonché di tentata violenza sessuale nei confronti di una 15enne.

Secondo le prime informazioni emerse sembra che l’uomo avesse già scontato una pena a sette anni di reclusione per una condanna definitiva inflittagli nel 2008 per i medesimi reati commessi in danno di altri minori.

Le tecniche di approccio del pedofilo erano sempre le stesse: fingeva di essere un fisioterapista o un insegnante di ginnastica artistica, carpiva quindi la fiducia delle minori per poi abusarne.

Nel caso della bimba di 9 anni, l’uomo l’ha avvicinata mentre si trovava in compagnia di suo padre e della sorellina di 5 anni, affermando di essere un insegnante di ginnastica artistica che stava selezionando bambine per uno spettacolo che si sarebbe tenuto in occasione di una festa parrocchiale. Con l’inganno, quindi, ha invitato il padre delle minori presso una parrocchia e ha condotto presso il teatro annesso alla suddetta struttura, le due bambine. Rimasto solo con la più grande ha portato a termine il proprio disegno criminoso. Sono in corso ulteriori indagini e approfondimenti.

Pare assurdo che in questo Paese, una persona finisca in galera per violenza sessuale su minore e dopo soli sette anni sia di nuovo a piede libero, pronto a compiere nuovamente una simile crudeltà nei confronti di un bambino.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui