ESTERNI MINISTERO DEGLI ESTERI PIAZZALE DELLA FARNESINA

L’oro va alla coppia statunitense Baumgartner-Jacobellis per pochi centesimi. La Moioli scatta subito in vantaggio grazie anche al pochissimo scarto guadagnato da Visintin. Jacobellis non molla e raggiunge Michela Moioli. Nelle ultime curve la statunitense guadagna lo spazio per il sorpasso decisivo, la lotta è serratissima fino al traguardo, ma è l’americana ad avere la meglio. È argento per la coppia azzurra.

C’è amarezza per il secondo equipaggio italiano: Sommariva-Carpano. Caterina Carpano parte dal cancelletto con uno svantaggio di 88 centesimi, lasciatogli in eredità da Sommariva, ma è brava sin dai primi dossi e raggiunge la canadese Odin. Un salto troppo alto e le due si scontrano. La prima a rialzarsi è la Odin che guadagna così il vantaggio che porta il bronzo alla coppia canadese, Grondin-Odin.

Rimane un bel successo dell’Italia che conferma la sua vocazione per lo snowboard cross. Sorridenti anche Sommariva e Carpano al microfono di Rai Sport per la bella prestazione.

Michela Moioli mostra ancora in volto i segni della caduta subita durante la finalina nel Cross femminile. Un lontano ricordo. Adesso è felice e può tirare un sospiro di sollievo. L’argento ha il sapore della rivincita e cancella tutto quello che è stato. L’oro era alla sua portata, ma ha confessato al microfono di Rai Sport di essere nervosa prima della partenza.  La forza di affrontare questa prova l’ha trovata anche grazie al compagno di squadra: “Mi ha trascinata, ho seguito lui in tutto. Mi ha motivata a far bene”, dice di Omar Visintin, già bronzo nella gara individuale maschile: “Non ci si abitua mai a queste sensazioni – dice il rider di Merano – non lo facciamo per diventare famosi, ma perché è lo sport più bello del mondo e a noi piace farlo. Speriamo di avvicinare molti giovani a questa disciplina”. Michela Moioli dedica questo successo olimpico alla famiglia e manda un augurio all’amica di sempre, Sofia Goggia“Spero che stia bene e che anche lei riesca ad avere la sua rivincita”.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Getty Image

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui