Papa Francesco durante l'Angelus domenicale a Piazza San Pietro

Mi unisco al dolore del  popolo dello Sri Lanka che continua a subire gli effetti dell’instabilità politica ed economica. Insieme ai vescovi del Paese  rinnovo il mio appello alla pace e imploro coloro che hanno autorità a non ignorare il grido dei poveri e le necessità della gente”.

Lo ha  detto Papa Francesco davanti ai fedeli riuniti in piazza San Pietro  dopo la recita dell’Angelus. Il Pontefice ha rivolto un pensiero e una preghiera al popolo della Libia, “in particolare ai giovani e a tutti coloro che soffrono a causa dei gravi problemi sociali ed  economici del Paese. Esorto tutti a cercare soluzioni convincenti con  l’aiuto della comunità internazionale, attraverso il dialogo  costruttivo e la riconciliazione naturale”.

Infine una preghiera per la fine della “folle guerra” in Ucraina:  ”Rinnovo la mia vicinanza al popolo ucraino, quotidianamente tormentato dai brutali  attacchi di cui fa le spese la gente comune – ha aggiunto – Prego per tutte le famiglie specialmente per le vittime e i feriti, i malati,  prego per gli anziani e per i bambini”.

A cura di Elena Mambelli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui