Per otto anni gli abitanti del Donbass avrebbero subito “un vero genocidio”. A sostenerlo è il presidente russo Putin, il quale ribadisce che “la Russia non ha avuto altra scelta oltre quella dell’operazione militare speciale”.

Putin ha rivendicato l’operazione in Ucraina che sta procedendo con successo E ha avvertito: “L’operazione sarà completata”. “Se l’Occidente pensa che la Russia farà un passo indietro non ci conosce”. “Non permetteremo mai che l’ Ucraina sia testa di ponte contro noi”. Sanzioni? “Come i pogroms antisemiti”.

A cura di Stefano Camerini – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui