Un vasto incendio è divampato in mattinata (ora locale) in un condominio di 19 piani nel distretto del Bronx a New York per cause ancora da accertare.
Sono almeno 19 le vittime, tra cui 9 bambini. Lo riferiscono i media Usa. Sul posto sono intervenuti 200 vigili del fuoco.

Le fiamme si sono poi rapidamente propagate per tutto il complesso chiamato “Twin park“, secondo quanto reso noto dai vigili del fuoco di New York. Il fumo si è diffuso in tutto l’edificio. I pompieri hanno fatto sapere che 31 persone sono rimaste gravemente ferite.

Oltre ai diciannove morti, ci sono finora 63 persone che hanno avuto problemi respiratori, legati alle forti esalazioni di fumo.

“È uno degli incendi peggiori della storia recente della città”, ha detto il commissario dell’FDNY, Daniel Nigro, in una conferenza stampa. “Questo è senza precedenti nella nostra città”. Secondo Nigro, l’incendio ha avuto origine in un appartamento che si estende al secondo e al terzo piano. Le cause dell’incendio sono in corso di accertamento.

Le fiamme si sono propagate in modo “inusuale” per tutta l’altezza dell’edificio di diciannove piani. Ha dichiarato ancora Nigro. “Abbiamo trovato persone intrappolate in ogni piano – ha aggiunto. È cominciato con un piccolo fuoco che si è propagato in modo molto rapido, favorito dal fatto che l’appartamento in cui è scoppiato l’incendio aveva la porta aperta“. Riguardo la notizia che qualcuno degli occupanti del palazzo si fosse lanciato dalla finestra, per salvarsi dalle fiamme, Nigro si è limitato a dire che qualcuno potrebbe averlo fatto, ma a lui non sono arrivate segnalazioni in merito.

È un momento terribile, terribile per la città, una situazione tremenda“, ha commentato il neo sindaco della Grande Mela, Eric Adams, che è arrivato nel Bronx, sul luogo dell’incendio. Adams ha iniziato il suo mandato lo scorso 1° gennaio. “L’impatto di questo incendio porta dolore e disperazione nella nostra città“.

“Dobbiamo ancora capire che cosa è successo. Andremo fino in fondo per accertare tutto”, ha aggiunto Adams, parlando ai reporter che sono a una trentina di metri dall’edificio dove è scoppiato l’incendio. “Quello che vogliamo accertare è capire se l’edificio, di diciannove piani, aveva tutta la struttura a norma e aveva risposto a tutte le indicazioni di sicurezza richieste“. Davanti all’ingresso del palazzo, che si trova sulla 181 street, stazionano ancora decine di vigili del fuoco.

A cura di Stefano Camerini – Foto Afp

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui