Rafa Nadal fa 13 al Roland Garros, dove si conferma predatore delle finali tutte portate a casa. Novak Djokovic non oppone molta resistenza nell’epilogo dello Slam di Parigi, che dura 2h42′ per un quasi impietoso 6-0 6-2 7-5. Mai veramente in partita il serbo n.1 del mondo.

Nessun game portato a casa nel primo set (che comunque dura 46′), appena due nel secondo. Più equilibrato il terzo, dove Djokovic ottiene un controbreak che vale il 3-3. Ma poi perde il servizio sul 5-5 e non riesce a rimediare. Era noto che Nadal fosse in gran forma, peraltro sulla superficie a lui più congeniale. Ma era difficile pronosticare un risultato di questo genere.

Che lascia un po’ di amaro in bocca agli appassionati che sicuramente avrebbero gradito una partita più combattuta. Restano da aggiornare le cifre, imponenti. Il campione in carica ottiene il suo 20° Slam (il serbo resta a 17, una sola a Parigi) che significa aver agganciato Roger Federer.

Raggiunta quota 100 partite vinte al Roland Garros (su 102 giocate). Il bilancio degli scontri diretti fra Nole e Rafa diventa 29-27, mentre Nadal è avanti 5-4 nelle finali di Slam vinte. E inoltre diventa il primo giocatore dell’era Open a vincere 6 Slam dopo i 30 anni, Djokovic resta fermo a 5.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Quotidiano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui