Pole position e caduta nel giro di pochi secondi, ma alla fine Johann Zarco scatterà davanti a tutti nel GP di Germania di MotoGP. Al Sachsenring, il suo 1’20″236 basta per interrompere la striscia di cinque pole consecutive di Fabio Quartararo, secondo e distante appena 11 millesimi.

Non è sufficiente, però, per il leader del Mondiale alla costante ricerca della perfezione.

“Questo weekend non mi sto sentendo proprio bene, anche per il time attack – dice ‘El Diablo’ della Yamaha -. E’ stato un giro veramente bello, ma sono stato anche molto in difficoltà. Facciamo fatica sul giro secco in questa pista. Il nostro obiettivo però è stare in prima fila e ci siamo”. S

congiurato il rischio di infortuni dopo la scivolata, può festeggiare Zarco. “Alla fine ho provato a fare ancora un grande giro, ma penso di essermi piegato troppo e alla curva 5 sono caduto – analizza il Ducatista – Sono felicissimo per la pole position. E’ una pista molto difficile, abbiamo lavorato bene con il team e fatto progressi importanti”.

Al settimo cielo anche Aleix Espargaro, che completa la prima fila portando l’Aprilia al terzo posto: “Sono contento soprattutto per il lavoro della gente che non si vede nelle telecamere”, la sua dedica a margine delle qualifiche.

Seconda fila esplosiva con Jack Miller, un Marc Marquez che prova a ritrovarsi nel suo feudo (dove vince dal 2010) e Miguel Oliveira, Pecco Bagnaia è decimo mentre non superano il taglio del Q1 le moto del Team Petronas: Valentino Rossi partirà sedicesimo, Franco Morbidelli diciottesimo dopo una caduta nel giro che poteva regalargli il pass per il Q2.

Tra i grandi delusi di giornata anche Maverick Vinales, penultimo con la Yamaha ufficiale.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Getty Image

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui