TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

MOTOCICLISMO MORTO DEAN BERTA VINALES

Lutto nel mondo dei motori. Il 15enne Dean Berta Vinales, pilota della Supersport 300, è morto per le conseguenze di un incidente sul circuito di Jerez. Lo comunica sui propri canali social la Superbike, annunciando che il programma odierno sul circuito spagnolo è stato annullato.

“Siamo profondamente rattristaati di segnalare la perdita di Dean Berta Vinales – dice il comunicato ufficiale – La famiglia del Mondiale Superbike invia amore alla sua famiglia, ai suoi cari e alla sua squadra. La tua personalità, entusiasmo e impegno ci mancheranno enormemente. Mancherai a tutto il mondo delle corse motociclistiche, Dean. Corri in pace”. Il giovane pilota iberico, cugino di Maverick Vinales, ex pilota Yamaha di MotoGp oggi all’Aprilia, è deceduto a causa delle lesioni riportate dopo un incidente in gara1 del Campionato del Mondo FIM Supersport 300.

Berta Vinales “ha riportato delle serie lesioni alla testa e al torace. Le vetture mediche sono immediatamente arrivate sul luogo dell’incidente e il pilota è stato assistito in pista, all’interno dell’ambulanza e al Centro Medico del circuito – si legge sul sito ufficiale della Superbike – Nonostante tutti gli sforzi compiuti dallo staff medico del circuito, il Centro Medico ha comunicato che purtroppo Berta Viñales si è dovuto arrendere alle serie lesioni riportate”.

Il 15enne spagnolo stava attraversando un bel momento di forma nel corso della sua prima annata nel Campionato del Mondo FIM Supersport 300; a Magny-Cours in Gara 2 aveva conquistato un quarto posto prima della sesta posizione portata a casa in Gara 2 al Circuit de Barcelona-Catalunya oltre ad aver firmato il giro più veloce in Gara 1.

Nel corso del Round Motul di Spagna stava mostrando un gran potenziale, lottando nel gruppo di testa e partendo dalla decima casella dopo la sua miglior prestazione in Superpole. La FIM, Dorna e il Circuito de Jerez – Angel Nieto “porgono le loro più sentite condoglianze alla famiglia, agli amici, al team di Berta Viñales e a tutti coloro che gli volevano bene.”

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Il Mattino

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *