TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

MOTO GP ANDALUSIA BIS DI QUARTARARO

La MotoGp pare avere un nuovo padrone nei circuiti delle gare ufficiali. Fabio Quartararo vince ancora sulla non facile pista di Jerez de la Frontera il Gran Premio dell’Andalusia, consolidando il primato in testa alla classifica generale.

Il bis del 21enne pilota nizzardo a una settimana dal successo nel Gp di Spagna, corso sul medesimo asfalto.

Dopo una gara tutta in testa dalla partenza in pole position, il “Diablo” precede l’altra Yamaha di Maverick Viñales, che beffa Valentino Rossi al penultimo giro: il “Dottore” torna sul podio dopo oltre un anno.

Nella classifica iridata, Quartararo a punteggio pieno a quota 50, mentre lo spagnolo, di nuovo secondo, sale a 40. A punti anche Nakagami, Mir, Dovizioso, Pol Espargarò, Alex Marquez, Zarco e Rins.

Fabio Quartararo dopo aver tagliato il traguardo
“È bellissimo vincere due gare di fila. Oggi è stata dura, ma abbiamo imposto fin da subito un passo pazzesco”.

Molto soddisfatto anche Rossi:
“Sono molto felice, perché arrivavamo da un periodo difficile. In questo fine settimana abbiamo fatto un ottimo lavoro insieme al mio team. Tornare sul podio non è come una vittoria, ma oggi è simile”.

A Jerez de la Frontera si è corso senza il campione in carica Marc Marquez, che ha provato a girare nelle qualificazioni, ma ha gettato la spugna: a soli cinque giorni dall’operazione per la frattura all’omero sarebbe stato un miracolo.

L’asfalto brucia: 58°! Mentre per i piloti fa solo 37°.
Quartararo scatta in testa e va a fare corsa a sé. Lotta serrata per il secondo posto, con Rossi (partito dalla seconda fila) tallonato dalla Ducati di Jack Miller, Viñales e dall’altra Ducati di Francesco Bagnaia (lo spagnolo e il torinese partiti dalla prima fila). Il duello è entusiasmante, mentre il leader viaggia con oltre 3” di vantaggio. All’11° giro l’australiano Miller cade e abbandona. Al 12° Bagnaia supera il “Dottore” e diventa 2°. Si fa sotto Franco Morbidelli (Yamaha) che però al 17° giro abbandona quando era 4°. Al 20° giro dolorosissimo ritiro anche di Bagnaia, quando occupa la seconda piazza: la sua Ducati emette fumo. Negli ultimi giri duello fantastico tra Rossi e Viñales, con lo spagnolo che alla penultima tornata passa il campione di Tavullia con una manovra spericolata, ma questa e la Moto Gp che regala sempre brividi alla schiena.

Prossimo appuntamento con il Gran Premio della Repubblica Ceca a Brno il 9 agosto.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Getty Images

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *