Temperature in aumento

Non accenna a diminuire la seconda ondata di calore che si sta rivelando anche più intensa della precedente. Cosa ci dobbiamo aspettare dal week-end che sta portando, complice il ponte, milioni di italiani fuori città?
Si raggiungerà il picco delle temperature: il campo di alta pressione di origine nord africana, che ci interessa già da giorni, toccherà la sua massima intensità e sono previsti importanti picchi di calore”.

Andiamo nel dettaglio di come questo flusso di aria calda, che arriva dall’entroterra nordafricano, caratterizzerà il fine settimana.
“Sabato e domenica si presentano come due giornate sostanzialmente identiche: entrambe saranno caratterizzate da temperature fino a 12 gradi sopra la media del periodo.

Al nord, temperature tra i 29 e i 33 gradi, con picchi fino a 35 attesi nella pianura padana e sui tratti pianeggianti; Al centro, temperature tra i 32 e i 36 gradi. Anche qui, sulle parti interne, localmente potranno toccare i 37/39 gradi, in particolar modo nel Lazio e in Umbria; al sud e sulle isole il maggiore disagio con valori tra 32 e 36 gradi ma la colonnina del mercurio potrà toccare i 41 gradi sulle piane interne di Sicilia, Basilicata, Puglia e Sardegna. La piana di Ozieri, nel sassarese, ha toccato i 40,5.

Si respirerà un po’ di più sul versante medio adriatico con valori tra i 33 e i 34 gradi. La ventilazione sarà debole: lungo i tratti costieri esposti il caldo sarà afoso, ma nelle aree interne diventerà torrido e secco.

Qualcosa di diverso potrà accadere però sull’arco alpino e pre alpino dove, nel pomeriggio di sabato, il tempo può diventare instabile con addensamenti nuvolosi e veloci rovesci.  Nella domenica i temporali potranno poi sconfinare fino alle pianure di Piemonte e Lombardia”.

Tanto caldo, sole e cielo azzurro?
“Alzare gli occhi al cielo e trovarlo azzurro brillante sarà difficile: l’atmosfera è carica di polveri sahariane e quindi l’effetto sarà quello di un cielo lattiginoso, biancastro, perché la luce viene diffusa”.

Si danno previsioni poi in brusco cambiamento a partire da lunedì, lo conferma?
“Da lunedì e, in particolare, martedì, osserveremo una lieve flessione del campo anticiclonico al nord: arriveranno dei temporali ma le temperature sostanzialmente non cambieranno”.

A cura di Meteo.it – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui