La premier Giorgia Meloni

Dalle 18.00 del 24 novembre fino al 25 novembre, Palazzo Chigi si illumina di rosso in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. Sulla facciata compaiono i nomi di 104 donne che sono state uccise nell’ultimo anno. Oggi intanto la presidente del Consiglio Giorgia Meloni è intervenuta alla presentazione della relazione della commissione d’inchiesta sul femminicidio in Senato

La facciata principale di Palazzo Chigi illuminata con luci di colore rosso come segno dell’adesione della Presidenza del Consiglio alla “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, Roma, 24 novembre 2022. Sulla facciata principale del Palazzo verranno proiettati, nell’ambito dell’iniziativa “Illuminiamole”, i nomi delle donne vittime di

“Non posso non sentire come donna, come presidente del consiglio donna” l’impegno contro i femminicidi e “come donna madre e figlia non mandare un pensiero a tutte quelle donne che anche in questo ultimo anno hanno perso la vita”, ha affermato la presidente del Consiglio Giorgia Meloni

Forse – ha aggiunto – non arriverà un tempo in cui neanche una donna avrà subito violenze, ma possiamo arrivare a un tempo in cui sulla facciata di Palazzo Chigi non dobbiamo pubblicare i nomi di 104 donne uccise in appena un anno. Ogni numero che scenderà sulla facciata di Palazzo Chigi sarà già una nostra piccola vittoria”. “Dietro ognuno di quei numeri ci sono speranze, affetti, una vita e molte più persone coinvolte. Per questo – ha concluso – non va guardato coi numeri ma con gli occhi delle vittime”.

A cura di Elisabetta Turci – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui