TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

MAMMA LI TURCHI!

3-0 e tutti a casa felici e contenti, perlomeno da parte italiana, dato che i turchi mica si sono divertiti così tanto.
C’era fiducia nel clan azzurro alla vigilia dell’esordio europeo, derivante dai risultati di una formazione cresciuta e compattatasi pur tra le difficoltà dettate dalla pandemia.

Fiducia accompagnata però, altrettanto giustamente, da un certo timore, quello derivante dall’aprire una manifestazione importante come il Campionato Europeo, così come dalla considerazione di un’avversaria che era uscita dalle qualificazioni con la miglior difesa, unitamente al Belgio.
Poi, come sempre, c’è il campo, e quello ha dato un giudizio splendido per la formazione del Mancio, mentre è stato impietoso nei confronti di una Turchia praticamente incapace di imbastire una qualsiasi trama di gioco.

Potevano già passare in vantaggio a fine primo tempo gli azzurri, ma un evidentissimo fallo di mano era ignorato dall’arbitro, che però nulla poteva sull’autorete che siglava il vantaggio italiano e, di fatto, faceva diventare l’incontro una discesa agevole per Immobile e compagni.

Il 3-0 finale era solamente la logica conclusione di quanto visto in campo; la netta differenza di valori tra chi ha fatto fatica nel primo tempo, ma poi ha dominato, e chi ha eretto un muro difensivo che sino a quando ha potuto ha retto, naufragando però all’aprirsi del primo squarcio.
Esaltarsi per la vittoria non deve però essere il tranello in cui deve cadere l’Italia, il girone può non apparire così difficoltoso, ma per arrivare in fondo gli scogli saranno ben più erti e l’umiltà, la concentrazione, la voglia, dovranno andare di pari passo alla pazienza con cui si sono affrontati i turchi.
Sembrava “mamma li turchi” ed invece i pirati siamo stati noi, quasi una novella repubblica veneziana alla conquista del Bosforo!

Il Direttore responsabile Maurizio Vigliani – Foto Lapresse

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *