Lo strapotere dell’anticiclone africano battezzato “Lucifero” sta per terminare ma non il caldo. Da oggi arriva un graduale cambio della circolazione atmosferica responsabile dell’arrivo di qualche temporale e di una generale “rinfrescata” ma sarà soltanto un fuoco di paglia. Infatti l’estate è pronta a tornare in grande stile. Il sito IlMeteo.it segnala che da oggi il flusso instabile e più fresco nordatlantico scenderà di latitudine quel tanto per far indietreggiare l’anticiclone dalle temperature incandescenti dei giorni scorsi.

L’aria fresca in quota che giungerà sull’Italia sarà la responsabile della formazione di numerosi temporali (forti e con grandinate) che dalle Alpi di Lombardia e Triveneto si estenderanno verso sera ai settori prealpini e più occasionalmente su quelli pianeggianti.

Da domani l’instabilità atmosferica raggiungerà pure la fascia adriatica centrale, quindi gli Appennini. Con l’ingresso del maestrale le temperature cominceranno a diminuire fino 10-12 gradi, ritornando quindi nella media del periodo dapprima al Nord e poi anche al Centro-Sud.

Dopo questa breve, ma tanto sospirata boccata di aria meno calda, l’anticiclone sub-tropicale sarà pronto a riprendersi il maltolto. Da venerdì, ma soprattutto dal prossimo weekend, le temperature torneranno a superare facilmente i 33-35 gradi su gran parte d’Italia. Allerta ‘gialla’ in Friuli Venezia Giulia La Protezione civile del Fvg ha diramato un’allerta di colore “giallo” per criticità idrogeologica a causa dei temporali anche forti previsti nelle prossime ore in regione.

L’avviso meteo ha una durata di 24 ore ed è partito dalle 6 di questa mattina. L’anticiclone di origine africana – precisa la nota – ritirandosi favorirà l’afflusso di correnti meridionali più umide nei bassi strati.

Domani inizieranno ad affluire in quota correnti più fresche dall’Europa settentrionale, che favoriranno progressivamente maggiore instabilità sulla fascia alpina, successivamente anche sul resto del Fvg. Secondo le previsioni il tempo sarà quindi instabile, con probabili temporali sparsi anche forti, che sulla zona montana, mentre sulla costa in serata arriveranno nella notte.

Sulla costa soffierà vento da sud o sud-ovest in genere moderato. In seguito ai temporali sarà anche possibile vento da nord o nord-ovest da sostenuto a forte con probabili temporali sparsi.
Sulla costa e sulle zone orientali soffierà bora da moderata a sostenuta.

Il verificarsi di tali eventi – avverte la Protezione civile – potrà comportare locali situazioni di crisi nella rete idrografica minore e di drenaggio urbano e locali fenomeni di instabilità dei pendii con locali interruzioni della viabilità.

In Trentino Alto Adige frana travolge e uccide un agricoltore Una violenta ondata di maltempo ha investito nella notte le valli di confine tra Trentino e Alto Adige. In particolare in val Saretino e Valdurna dove una persona è morta dopo essere stata travolta da una colata di fango.

La vittima è un agricoltore uscito di casa per controllare la stradina che porta alla stalla quando, all’improvviso, parte della collinetta sovrastante ha ceduto. Immediato l’allarme a Vigili del Fuoco e soccorso alpino: per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui