Madre Teresa di Calcutta, scomparsa nel 1997, presto sarà canonizzata; Papa Francesco infatti ha approvato un miracolo attribuito alla suora e ha disposto di promulgarne il decreto. La data sarà resa nota nel prossimo Concistoro. Secondo il quotidiano cattolico Avvenire, “l’apostola degli ultimi” diventerà santa il 4 settembre.

In data 15 dicembre era stato sottoposto alla valutazione ultima del congresso dei vescovi e dei cardinali riuniti in Congregazione un caso di guarigione avvenuto il 9 dicembre del 2008. L’episodio riguardava un uomo, oggi quarantaduenne, ridotto in fin di vita da “ascessi multipli cerebrali con idrocefalo ostruttivo” e già “sottoposto a trapianto renale e in terapia con immunosoppressori”.

Secondo quanto riportato dal sito di Avvenire, prima che il marito venisse operato, la sposa del 35enne, considerata la gravità della situazione, aveva chiesto ai suoi conoscenti di pregare la beata Teresa di Calcutta della quale era devota e proprio in quella mezz’ora di attesa dell’intervento la donna si trovava con un sacerdote e altri familiari nella cappella dell’ospedale a pregare Madre Teresa per la salvezza del marito.

Il paziente era in coma, ma si risvegliò miracolosamente, senza più alcun sintomo: era guarito miracolosamente. Secondo la Consulta medica, che ha votato all’unanimità, la scomparsa della malattia è scientificamente inspiegabile. Unanime anche il successivo voto dei consultori teologi che, secondo la prassi, sono chiamati a esprimere e a redigere il proprio voto sulla perfetta connessione di causa ed effetto tra l’invocazione univoca alla beata Madre Teresa e l’improvvisa guarigione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui