L’INIZIO DEL SUO DISCORSO: “Non possiamo lasciare soli gli italiani, la maggior parte dei migranti di Lampedusa vengono dall’Africa subsahariana, da Paesi ai quali forniamo aiuti allo sviluppo. Dobbiamo dire ai migranti “vi aiutiamo”, ma voi dovete aiutarci a smantellare le organizzazioni dei passeur (trafficanti),”

La risposta della Premier Giorgia Meloni: “E’ evidente che Italia, Francia e Ue debbano agire insieme per sostenere gli Stati di origine dei migranti e per aiutare gli Stati di transito a smantellare le reti criminali di trafficanti di esseri umani. Questa è la direzione che il governo italiano ha già intrapreso e che vuole perseguire insieme alle istituzioni europee e ai propri alleati europei”.

Il Presidente Macron sottolinea: “Meloni ha fatto una scelta forte diversa da mesi fa. Ora voglio lavorare con il presidente del Consiglio italiano, perché ha fatto una scelta forte, che non era quella di qualche mese fa. Noto che nella sua maggioranza c’è chi dà risposte semplicistiche e nazionaliste. Dove prima si diceva non prendiamo più barconi, li mandiamo altrove, c’è ora un’Italia che si prende le sue responsabilità per quello che chiamiamo il primo porto sicuro. Noi dobbiamo svolgere il nostro ruolo in quanto europei.”

Macron si è poi addentrato nei particolari evidenziando: “Ci sono diverse migliaia di migranti che arrivano a Lampedusa e che partono tutti dal porto di Sfax, in Tunisia. Io voglio proporre un accordo alla Tunisia per mettere più mezzi in uno Stato di transito, voglio proporre partnership. Voglio esportare esperti e materiale in Tunisia e in Algeria per sconfiggere i passeur.”

Relativamente alla proposta di “offrire e garantire” un lavoro agli immigrati irregolari, il Presidente francese Macron chiede l’applicazione del “buon senso” soprattutto in certi segmenti del mercato come l’edilizia e la ristorazione. Inoltre ha aggiunto: “Dobbiamo procedere molto più velocemente per rimandare indietro efficacemente le persone che non hanno diritto di restare nel nostro Paese”.

Tornando alla drammatica situazione dei migranti ha ripetuto: “la Francia “non può lasciare soli gli italiani. Noi francesi facciamo la nostra parte. Abbiamo un modello sociale generoso, ma non possiamo accogliere tutta la miseria del mondo.”

La Premier Giorgia Meloni ha risposto: “Accolgo con grande interesse la proposta di collaborazione del Presidente francese in tema di contrasto all’immigrazione illegale.”

Poche parole ma molto chiare!

Auguriamoci solo che questa sia la “volta buona”!

A cura di Pier Luigi Cognoli – Foto ImagoEconomica 

Editorialista Pier Luigi Cignoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui