Un lungo applauso ha accompagnato il feretro di Ciriaco De Mita all’uscita dalla basilica di Sant’Amato, al termine della celebrazione dei funerali alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Piazza Sant’Amato a Nusco era affollata dai concittadini, mentre le navate erano occupate da autorità e familiari del leader democristiano morto ieri a 94 anni.

All’uscita, una volta posizionato il feretro nel carro funebre, il presidente Mattarella, accompagnato dalla figlia, ha sostato in raccoglimento davanti la bara prima di congedarsi dalla cittadina di Nusco che gli ha riservato un’accoglienza calorosa nonostante la triste occasione.

È stato un paese completamente blindato oggi Nusco, 4.000 abitanti sulla carta, ma in realtà molti meno nelle case del bellissimo e storico centro dell’Alta Irpinia. Per i funerali di Ciriaco De Mita (Ciriàco nella pronuncia locale), ex premier ed ex segretario Dc scomparso all’età di 94 anni, cerano due motivi di forte tensione per l’ordine pubblico: da una parte la presenza del presidente Mattarella e dall’altra una grande mobilitazione popolare che ha portato tantissime persone a tentare di raggiungere (in molti casi senza riuscita) il luogo in cui si è svolta la celebrazione liturgica.

I funerali si sono svolti nella cattedrale di S. Amato, duomo del paese dell’Alta Irpinia che ha dato i natali a De Mita. Paese del quale l’ex leader democristiano era sindaco.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al funerale di Ciriaco De Mita

Alle esequie, come detto, ha preso parte il capo dello Stato Sergio Mattarella, amico di De Mita sin dai tempi della sua prima elezione alla Camera, nel 1983. Il presidente è giunto da Napoli, dopo aver partecipato alla visita di Stato del presidente dell’Algeria. È partito da Napoli in elicottero e si è recato direttamente a Nusco dove è atterrato nel campo sportivo comunale.

La Camera ardente era stata allestita a villa De Mita, in contrada Piana, la villa di famiglia alla periferia di Nusco, su decisione della moglie Anna Maria Scarinzi e dei figli Antonia, Giuseppe, Floriana e Simona.

Nel salotto, dove De Mita era solito accogliere gli amici e i conoscenti che venivano a trovarlo nel giorno del suo onomastico, il vecchio leader Dc ha ricevuto l’omaggio di tanti, tra cui Ortensio Zecchino, Giuseppe Gargani, amministratori locali e tante persone comuni. Fra gli altri hanno reso omaggio allo statista Dc la vedova e la figlia di Biagio Agnes, originario dell’avellinese come De Mita. La folla di cronisti è stata tenuta a distanza.

All’interno della bara, chiusa con un coperchio di cristallo per permettere di rendere ancora omaggio visivo alla salma, la figlia più piccola dell’ex segretario, Simona, ha riposto un mazzo di carte da gioco. Sicuramente in ricordo della passione del padre per il tressette.

Il rito funebre è stato officiato dal vescovo della diocesi di Sant’Angelo dei Lombardi-Nusco-Bisaccia, Pasquale Cascio, che ha presieduto il rito con il vescovo emerito di Salerno, Gerardo Pierro. All’esterno della chiesa, molto piccola, è stato collocato un maxischermo per permettere a tutti di assistere alla funzione.

Nel piccolo centro dell’alta Irpinia è stato predisposto un imponente servizio d’ordine. Alcune strade sono state chiuse al traffico e in tanti non sono riusciti a raggiungere il centro del paese. Una misura che ha suscitato malumore tra coloro che sono arrivati a Nusco contando di poter essere fisicamente presenti alle esequie.

Ai funerali erano presenti il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, il governatore Vincenzo De Luca, il sindaco di Benevento, Clemente Mastella (a lungo portavoce del segretario dc negli anni Ottanta) e numerosi esponenti della politica, dagli ex ministri Angelino Alfano e Nicola Mancino a Giuseppe Gargani, storico ex dc: “Mi mancheranno i suoi rimproveri”, ha detto ai cronisti. A rappresentare la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica saranno Ettore Rosato e Sergio Puglia.

A Nusco è stato proclamato oggi e domani lutto cittadino. Domani, festa in onore del patrono Sant’Amato, si svolgeranno solo cerimonie religiose. Annullati tutti gli altri eventi.

A cura di Elisabetta Turci – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui