Il post di Beppe Grillo “non è una delusione solo per me. Questa immensa svolta autarchica è una mortificazione per un’intera comunità, che io ho conosciuto bene e ho apprezzato, di ragazze e ragazzi, persone adulte, che hanno creduto in certi ideali. E’ una grande mortificazione per tutti loro”.

Lo dice Giuseppe Conte intercettato  mentre esce da casa in un video del Corriere.it. Se andiamo avanti? “Mai indietro“, dice di getto l’ex premier che viene definito da Beppe Grillo uno che non sa fare politica.  Intanto stasera riunione dei parlamentari M5s: all’ordine del giorno il “confronto” sul movimento, dopo il post con cui Grillo ieri ha di fatto messo fine al progetto di Conte. L’ex premier “non ha visione e capacità manageriali”, è stata la bocciatura del fondatore M5s che ha anche richiamato Casaleggio chiedendogli di indire su Rousseau la votazione per il Comitato direttivo.

L’ultimatum di Grillo a Crimi: autorizza votazione Rousseau entro 24 ore Beppe Grillo risponde su facebook a Vito Crimi. “Vito, ti ho già risposto ieri in privato con il seguente messaggio: Credo che tu non abbia ben interpretato il provvedimento del garante della privacy che ti rimetto. La parte cerchiata in rosso specifica bene che Rousseau può trattare i dati in caso di esplicite e specifiche richieste del movimento. Oltretutto – aggiunge – il titolare dei dati può sempre decidere a chi farli trattare. Nessuna galera, dunque. Al contrario sarebbe proprio il votare su una piattaforma diversa che esporrebbe il movimento, e te in prima persona, ad azioni anche risarcitorie da parte di tutti gli iscritti”,  scrive il fondatore M5s.

“Come ti ho sempre detto prima di poter votare su un’altra piattaforma è, infatti, necessario modificare lo statuto con una votazione su Rousseau. Inoltre nella mancanza dell’organo direttivo l’unico autorizzato ad indire le elezioni dello stesso è il garante – osserva Grillo -, e in quanto tale l’ho fatto secondo le sole modalità possibili previste dallo statuto vigente (art. 4 lettera b).

Inoltre, il garante della privacy non ha mai identificato in te il titolare dei dati degli iscritti, essendosi limitato a indicarlo genericamente nel movimento, probabilmente a causa della tua controversa reggenza.

Il voto dovrà, dunque, essere effettuato su Rousseau”.

A cura di Elisabetta Turci – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui