Due morti – una donna di 55 anni e il marito – e tre feriti: è il bilancio dell’esplosione di una palazzina a Lucca. La struttura di due piani è crollata a causa di una fuga di gas.

Tra i feriti una donna di 26 anni, incinta, che è stata estratta dalle macerie e portata in ospedale in elicottero. All’arrivo, i sanitari hanno deciso di praticare il parto cesareo per scongiurare problemi per il nascituro. Il compagno della donna non è rimasto coinvolto nel crollo della palazzina e l’ha raggiunta all’ospedale Cisanello di Pisa, dove è ricoverata.

Nell’esplosione sono rimasti coinvolti due camionisti che si trovavano a bordo di un mezzo travolto dai detriti. Anche loro sono stati portati in ospedale.

La ragazza di 17 anni, figlia della coppia deceduta, data per dispersa in un primo momento dai soccorritori, non si trovava all’interno dell’abitazione al momento dell’esplosione. Le squadre sono tuttavia al lavoro per escludere altri dispersi o vittime fra le macerie. Sul posto, oltre a personale della questura di Lucca, sono giunte numerose squadre dei vigili del fuoco, i sanitari del 118 e un elicottero.

L’esplosione, causata da una fuga di gas metano, ha distrutto una delle due abitazioni della palazzina e ne ha investita un’altra.

A cura di Elena Mambelli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui